Ruth Claluna
Bellezza, decadenza, vita e morte.

In un lussureggiante cimitero d’auto d’epoca, lì dove l’uomo creò per poi disfare, abbandonare a sé, ciò che la sua industria generò, candide donne si insinuano in rottami verdeggianti, ricercando la loro origine. Corpi puri che, con cautela, come drappi sinuosi, si adagiano su superfici corrose da ogni sorta di agente esterno, combinando la bellezza alla decadenza, la vita alla morte.