Ugo Maccà
“Doppi ritratti”

L’arte della contemplazione trapela dagli scatti intimi e meditativi di Ugo Maccà. I suoi doppi ritratti, alienano un’anima singola e la inseriscono contemporaneamente nella sua ambientazione, ed in questo modo, mettono in luce l’abilità innata di un autore che sa avvicinarsi e guardare con attenzione, ma anche la sua sensibilità nel sapersi allontanare per scrutare la parte di un tutto con profondità e concentrazione. Il fascino limpido del bianco e nero completa l’eleganza dell’atteggiamento assorto ed intenso con cui Maccà si approccia alla fotografia: la lentezza contemplativa avvolge i suoi ritratti di un aura di intimità e grande consapevolezza, accostata allo sguardo umile e fanciullesco di chi sa esplorare le cose e le persone con genuina semplicità, inoltrandosi in pieno nelle emozioni, pur con ponderato e raffinato equilibrio.